Una stagione di cinema

Un anno importante, e non poteva essere diversamente, per Matera dal punto di vista cinematografico. Da quest’estate, in particolare, sono stati raggiunti importanti successi.

Solo la scorsa settimana, la città di Matera ha vinto un premio a New York come miglior location in particolare per le riprese del nuovo film della saga di 007, “No time to die”. A ricevere il premio come miglior produttore, invece, Enzo Sisti, l’artefice di tutti i Kolossal americani girati nella città dei Sassi, da “The Passion” in poi.

Ma quello di Bond non è stato l'unico successo cinematografico per la città di Matera in questa stagione. E' solo del mese scorso la messa in onda sulla rete ammiraglia della Rai di "Imma Tataranni, sostituto procuratore" ed è già in cantiere la seconda serie.

L'attrice Vanessa Scalera, protagonista della serie Rai

Matera però si conferma "terra di cinema" anche per produzioni indipendenti e di qualità: il regista "cult" Terrence Malick è stato in città a settembre per girare alcune scene del suo prossimo film "The last planet" ( ancora un film sulla vita di Gesù). In cinquant'anni di carriera Mallick ha girato solo dieci film, ma ha sempre fatto discutere. Tre anni fa ha vinto la palma d'oro a Cannes per "The tree of life".

Dello stesso periodo un interessante progetto cinematografico (manco a dirlo, a carattere religioso), "Il nuovo Vangelo" di Milo Rau. Una produzione (consistente essenzialmente in performance pubblica e live shooting) che ha avuto luogo con una "chiamata pubblica" da parte di Teatri Uniti di Basilicata e rientrante nel cartellone degli eventi di Matera 2019 e che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Ninetto Davoli e Marcello Fonte.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: