Impresa culturale e marketing territoriale: specificità e analogie

L’uomo delle stelle

Nel 1992 fu girato a Matera il film con Sergio Castellitto: un uomo che portava i “sogni” in una piccola città di provincia del sud. A differenza del protagonista del film, però, “non vende sogni, ma solide realtà”.

Paolo Verri, torinese di nascita, è il manager pubblico che ha contribuito alla “rinascita” urbanistica della città della Mole in corrispondenza delle Olimpiadi invernali del 2006, dopo aver lavorato, prima, per una casa editrice ed in seguito essere stato direttore del Salone del libro dal 1993 al 1997.

E’ qui che, in nuce, si è sviluppato il “successo” di Matera 2019. E’ stato lui stesso a raccontarlo:”Per me è sempre stata importante la qualità delle relazioni: è proprio grazie al rapporto con un materano, all’epoca amministratore delegato del Lingotto, che poi sono stato chiamato a dirigere la Fondazione Matera-Basilicata 2019.”

Conferenza stampa dopo la cerimonia d’inaugurazione di Matera capitale europea della cultura 2019

Organismo, quest’ultimo, che, in principio, era un’associazione (una sorta di associazione di associazioni), poi comitato (di cui ne facevano parte anche enti pubblici come Comune, Soprintendenza, ecc), per diventare, infine, Fondazione con l’ingresso (ed un sostanziale finanziamento) nell’organigramma della Regione Basilicata.
Lo stesso Verri, durante un incontro con la sociologa dell’estetica Natalie Heinich, ha ammesso che il compito ancora oggi per lui più difficile è quello “di conciliare le ragioni del mercato con quelle dell’arte.

Un manager pubblico che ha il merito di diversi successi, ma che, in più di un’occasione ha ricordato con rimpianto la sua esperienza come editore.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: