Coalizione civica discute di città e mezzogiorno

Ad un anno esatto dalla prima uscita pubblica della coalizione, con Valerio Tramutoli candidato alla presidenza della Regione Basilicata, hanno fatto il punto, in collegamento online ed anche in vista delle prossime elezioni amministrative, il presidente della coalizione civica materana, Giuseppe Miolla, con lo stesso Tramutoli, con Marina Calculli (docente universitaria), Anna Falcone (avvocato esperto di diritto) e Carlo Salvemini (sindaco di Lecce).

Mentre Miolla ha illustrato il percorso svolto finora dall’associazione, Tramutoli ha spiegato le ragioni della sua discesa in campo per le regionali del 2019 con la lista di Basilicata possibile.

In merito poi al tema dell’iniziativa, in particolare Anna Falcone ha illustrato tutte le conseguenze della riforma del titolo V della Costituzione, con le più attuali ripercussioni, come quella dell’autonomia differenziata.

Autonomia differenziata che andrebbe a spingere ancora di più la diseguaglianza tra territori, in spregio dell’art. 3 della Costituzione. Come ha spiegato infatti Falcone, all’art. 119 Cost. è prevista la norma che agganciando gli investimenti dei territori alla spesa storica, quei territori che hanno meno risorse è gioco forza che abbiano anche meno da spendere.

Altra questione, infine, è quella del Piano per il Sud per cui si è stabilito negli anni passati che gli investimenti statali debbano essere sempre ripartita pro quota tra nord Italia, centro e mezzogiorno ognuna per il 34%.

Piano per il sud ultimamente messo in discussione, ma che il ministro Giuseppe Provenzano ha dichiarato di voler mantenere, anzi rafforzare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: