LE PALIZZATE PACIFICHE DI VOLTOLINI

Appuntamento speciale con lo scrittore Dario Voltolini

Si è tenuto nel suggestivo scenario del paese di Pisticci (Mt) l’incontro di “Amabili alchimie” con l’autore torinese.
Lo scrittore Dario Voltolini (da: Rai letteratura)

Un libro, “Pacific palisades”, uscito nel 2017 (con Einaudi) e da cui ne sono state fatte riduzioni teatrali. Dario Voltolini è spesso stato descritto come minimalista (per l’accuratezza della scelta delle parole), anche se egli ritiene essere più spontaneo e meno propenso ad un lavoro di limatura del testo. Ha fondato, insieme a Tiziano Scarpa ed altri, il blog de “La nazione indiana”.

In un momento storico di “palizzate” davvero cruciali, l’idea (e di conseguenza anche il titolo) di questo libro pare davvero “singolare”. Come nella scheda Einaudi, infatti, “esiste uno scambio di amore e di dolore tra noi e il mondo, tra noi e gli altri, e questo scambio avviene attraverso il muro che ognuno di noi è. Un baluardo che è anche una valvola, un filtro: una palizzata pacifica“.

Dunque palizzate interiori per difendersi e relazionarsi col mondo, perchè, come dice il poeta, “con l’onda arriva tutto e ciò che la muove o è un trauma o è un amore (vai a distinguere tra le tante cose)”.

Un racconto in versi, intimo dunque, da cui trapela la necessità delle palizzate. E vai a capire se poi questo meccanismo è lo stesso che muove Stati e società ad erigere “muri” nei confronti della diversità, dell’alterità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: