Future digs: Lezioni di storia

Il primo di un ciclo di appuntamenti, “Lezioni di storia. Oltre i confini” si è tenuto lo scorso 09 febbraio presso la Casa Cava a Matera e trasmesso in diretta streaming. “Future digs” è uno dei progetti del cartellone di eventi della fondazione Matera – Basilicata 2019, nell’ambito delle iniziative legate alla capitale europea della cultura.



Organizzato da Editori Laterza e condotto da Alessandro Barbero, “Ai confini dell’Europa: da Adrianopoli a Poitiers” cerca di spiegare le origini europee delle migrazioni. Dall’impero romano ai tentativi di conquista da parte dei saraceni, il professor Barbero (docente di storia medievale presso l’Università del Piemonte orientale) analizza il contesto storico europeo alla base delle migrazioni di oggi.

E lo fa mettendo mano al profondo “meticciato” del vecchio continente:  “quello romano – spiega – non era un impero europeo, le zone che oggi per noi sono il cuore dell’Occidente, lungo il Reno e il Danubio, non erano per i cittadini di Roma che un’estrema periferia affacciata sul barbaricum.”

E poi l’arrivo dei saraceni che hanno condizionato buona parte della cultura dei Paesi del mediterraneo europeo; o ancora la vittoria di Carlo Martello a Poitiers che mette fine all’espansione araba ed è celebrata da un cronista del tempo come una vittoria degli “europenses”; e il nipote di Carlo Martello, Carlo Magno, sarà acclamato come il “Re Padre dell’Europa”.
Insomma, le province perdute dell’Impero, asservite dai barbari, avevano strutturato una propria forte identità e presto sarebbero partite alla conquista del mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: